Enrica Casentino - Cosa posso fare_ my future

HO DECISO DI ANDARMENE. COME USCIRE DA UNA RELAZIONE VIOLENTA

Tutte le donne, che si sono liberate dagli abusi e dalla violenza, a lungo hanno pensato di non poterci riuscire. Alla fine ci sono riuscite.

Anche tu puoi farcela!

In un rapporto di coppia dovresti stare tranquilla, non avere timore del tuo partner e non subire violenza psicologica, fisica, economica, sessuale e verbale.
Sei consapevole di vivere una relazione violenta e hai deciso di agire, e di riprendere il controllo della situazione.

È normale e comprensibile che tu ti senta indifesa, e che abbia paura di lasciarlo, ma è importante comprendere che le sensazioni di panico e angoscia non dovrebbero esserci in una relazione tra due persone.

È emotivamente difficile interrompere un rapporto violento, le donne che hanno subito sia traumi emotivi che fisici sono spaventate per quello che potrebbe succedere, e le loro relazioni sociali e di fiducia spesso sono state strappate via attraverso meccanismi di isolamento.

Inoltre i partner violenti instaurano un rapporto di potere ed il bisogno di controllo aumenta quando si decide di mettere fine alla relazione.

 

Questo è l’elenco dei tipi di abusi messi in campo dal partner durante una relazione violenta:

– Violenza psicologica: dominazione, prevaricazione e molestie verbali, stalking, isolamento da amici e parenti, indurre al senso di colpa e di vergogna, critiche costanti, sminuire ogni tua capacità, manipolazione del reale, imposizione del proprio giudizio o della propria “verità”;

– Violenza economica: impedirti di andare a lavorare, di avere risorse economiche e una tua indipendenza così da non poterlo lasciare.

– Violenza fisica: calci, pugni, strattoni, costrizione all’uso di droga e alcol;

– Violenza sessuale: stupro, critiche e svilimento durante l’atto sessuale, costrizione ad avere rapporti sessuali con altri o comportamenti e pratiche che non vuoi;

COSA È POSSIBILE FARE

RIVOLGERSI AD UN CENTRO ANTIVIOLENZA

I Centri Antiviolenza sono luoghi in cui nessuna metterà in discussione la veridicità di ciò che stai raccontando e  in cui verrai supportata nel comprendere cosa sta accadendo: sapere di non essere sole aiuta le donne nel percorso di fuoriuscita dalla violenza; in cui verrai sostenuta a livello emotivo e pratico: non sei sola, puoi farcela.

Meriti di sentirti al sicuro, è un tuo diritto!

Per trovare un Centro Antiviolenza puoi chiamare il numero nazionale 1522 o consultare questa mappa.

DIRE A PERSONE DI FIDUCIA PERCHÉ HAI PAURA A LASCIARLO

Spiegare perché hai paura di lasciarlo è molto importante. Avere delle persone di cui ti fidi e che ti possono aiutare in questo momento è fondamentale. Dovranno capire che stai vivendo una relazione violenta e ne vuoi uscire. Comunicare quanto sta accadendo e chiedere un aiuto potranno renderle persone attive nel sostegno al tuo percorso.

Potrebbero non capirti inizialmente e cercare di farti riconciliare con il partner. La società in cui viviamo ci impone dei valori culturali e religiosi che sono delle vere e proprie forme di controllo, ad esempio il modello di “brava madre e moglie”.
Ancora oggi in Italia le donne che lasciano il proprio marito, compagno o fidanzato sono giudicate in maniera negativa, anche se hanno subito violenza.

Avere dubbi e ripensamenti è normale, quando vuoi lasciare la persona con cui hai una relazione. Il momento di grande confusione e agitazione che stai attraversando però non può essere un ostacolo. Parlarne con chi ti sta intorno ti aiuterà a spezzare la sensazione di isolamento che provi. Un modo per fare più chiarezza, e allo stesso tempo permettere di far capire a chi ti sta intorno tutto quello che stai affrontando, è provare a rispondere (da sola o con persone di fiducia) all’ elenco di domande qui di seguito:

  • Credi che il comportamento violento del tuo partner non si ripeta, anzi sia un episodio unico?
  • Quando passate dei momenti sereni insieme, ti ricredi e diventi più fiduciosa nei suoi confronti pensando che possa cambiare? Non sei più sicura di volerlo lasciare?
  • Hai la possibilità di parlarne?

La tua famiglia deve sapere quali sono i potenziali pericoli in cui potresti incorrere lasciando il tuo compagno e quali strumenti puoi adottare per sentirti più sicura:

  • Il livello di violenza può aumentare, le intimidazioni e le minacce possono essere così insistenti da permettere all’uomo violento di avere maggiore controllo.
  • È normale ritornare sui propri passi e cambiare idea prima di lasciare definitivamente il partner abusante.
  • Esistono una serie di strumenti e di accorgimenti che puoi adottare e che ti saranno di gran supporto, come rivolgerti ad un centro antiviolenza; trovare una casa rifugio o di semi-autonomia; ricevere un aiuto economico e avere una rete amicale o di parenti; ottenere un ordine restrittivo che allontani l’uomo violento.

 

CREDERE IN TE STESSA TI AIUTERÀ IN QUESTO MOMENTO

Dopo le costanti offese verbali e le violenze psicologiche ti potresti sentire insicura, come se ti mancasse la forza di uscire da questa situazione. Di seguito un elenco di consigli utili:

  • Hai tante potenzialità! Riconoscerle potrebbe essere difficile. Ammettere che da sola puoi gestire la casa e le spese familiari significa riconoscere le proprie abilità e capacità, e alimentare la propria autostima. Meriti di essere trattata bene ed essere felice. Non ti buttare giù, non lo meriti!
  • Non sei sola. Tantissime sono le donne che hanno subito violenza dal proprio compagno, fidanzato o marito. Rivolgerti ad amiche, sorelle o donne che conosci ti darà la possibilità di avere una rete che ti renderà più forte.
  • Rivolgiti a uno sportello o centro antiviolenza, potrai ricevere dei consigli preziosi nel tuo percorso di fuoriuscita dalla violenza.
  • Crea una lista di obiettivi, anche piccoli che puoi raggiungere piano piano.
  • Bisogna ammettere di essere in una relazione violenta: non è colpa tua se sei in questa situazione.

 

Se senti che la tua incolumità è a rischio, la paura e il pericolo che senti sono reali. L’unico modo che hai per affrontare le difficoltà che incontrerai è cercare di comprendere e affrontare la situazione. Ecco dei consigli pratici da seguire:

  • Tieni sempre a disposizione i numeri per le emergenze, o imparali a memoria;
  • Organizza un piano di fuga, ti aiuterà a sentirti più sicura e a proteggere te e i tuoi figli se hai bisogno di scappare in fretta;
  • Porta sempre dei soldi con te;
  • Insegna ai tuoi figli come poter chiamare i numeri d’emergenza;
  • Prepara una borsa con cose tue e dei tuoi figli che potrai usare in caso di emergenza.

Non potrai risolvere tutto in fretta, ci vuole tempo e fare un passo alla volta ti renderà tutto più semplice!