Enrica Casentino - Cosa posso fare_ my future

ALL’INTERNO DI QUESTA SEZIONE PUOI LEGGERE:

HO DECISO DI ANDARMENE. COME FARLO IN MANIERA SICURA

Quando si decide di lasciare il partner e andarsene di casa è importante scegliere come fare. Anche se non sei sicura di cosa fare, ma ti senti in pericolo, puoi preparare un piano di fuga.

I contenuti di questa sezione:

  • Sicurezza a casa
  • Cosa fare durante un’aggressione
  • Precauzioni di sicurezza da prendere quando si decide di andarsene (o lui decide di andarsene)
  • Come essere sicure in macchina
  • Come essere sicure a lavoro
  • Elenco di documenti o oggetti da avere con sé
  • Scheda pratica di cose da fare o da avere con sé

 

SICUREZZA A CASA

  • Raccontare cosa sta succedendo a persone di fiducia: Se stai pensando di scappare trova persone di fiducia con cui confidarti. Per capire se ti puoi fidare, comincia fornendo qualche informazione e vedendo come reagiscono. Questo perché potrebbero non credere a ciò che racconti, poiché gli abusanti tendono a comportarsi in maniera differente in pubblico, o potrebbero non voler essere coinvolte. Racconta delle tue paure e dai del tempo per metabolizzare la notizia.
    Creandoti una rete di persone fidate, in caso di pericolo, ti sarà possibile ricevere un aiuto, anche trovando più facilmente posti sicuri in cui andare.
  • È bene conoscere le possibili opzioni in caso di emergenza: Famiglia: se hai genitori/fratelli/sorelle, assicurati che possano proteggerti, dato che sarà il primo posto dove il partner ti verrà a cercare. Probabilmente si presenterà con il pretesto di una “mediazione”, per poi ricattare la tua famiglia, così da spingerti ad andare con lui. Potresti usare l’aiuto della tua famiglia per raggiungere parenti e amici distanti o che il tuo partner non conosce. Amici e colleghi: ti aiuterebbero di notte? Hanno una macchina propria? Anche in questo caso valgono le stesse indicazioni date a proposito della famiglia. Organizzazioni e rifugi: ci sono o conosci organizzazioni che potrebbero aiutarti? Forniscono servizi di consulenza legale? Ti aiuterebbero a trovare un lavoro e una casa dove vivere? In caso avessi dubbi, qui puoi trovare la nostra mappatura dei centri antiviolenza in Italia.
  • Fai una lista di pro e contro, vantaggi e svantaggi dell’andartene via: sii realistica riguardo la tua situazione e rivaluta le opzioni. Non agire impulsivamente su una decisione così importante. Prenditi il tempo di cui hai bisogno per pianificare come agire, valutando le varie possibilità.
  • Menti riguardo a dove sei e chi incontri: usa questo elemento a tuo vantaggio se il partner diventa sospettoso. Chiedi a una persona di fiducia di incontrarvi e discutere il tuo piano di fuga.
  • Se devi viaggiare per raggiungere un rifugio, un/a amico/a o un membro della famiglia scopri come arrivarci a qualsiasi orario: se hai una macchina, scopri prima dove parcheggiarla, così da nasconderla. Se invece decidi di prendere un mezzo pubblico (autobus o treno), fai in modo di appuntarti in un posto sicuro gli orari.
  • Organizza una borsa d’emergenza con queste cose: vestiti, spazzolino e altri prodotti per l’igiene intima, medicine importanti, coperte, giocattoli per i figli, soldi contanti, libretto degli assegni, carte di credito intestate solo a te, numeri di telefono di amici/he e di organizzazioni che possono aiutarti, copie di documenti importanti cartelle cliniche, atto di proprietà per la casa o dell’auto, documenti dell’auto, documenti assicurativi, dichiarazioni dei redditi, certificato di nascita, carta d’identità, passaporto tuoi e dei tuoi figli, patente), i doppioni delle chiavi di casa e della macchina. È meglio lasciare la borsa ad una persona di fiducia anziché tenerla in casa, ma se questo non è possibile scegli un posto sicuro in cui nasconderla.
  • Pensa a come uscire di casa senza correre pericoli o farti del male: Tieni a mente gli orari delle persone con cui passi più tempo durante la giornata. Trova la maniera più discreta per uscire di casa senza attirare l’attenzione. Pensa di fuggire quando il tuo partner non è in giro.
  • Fai delle ricerche su dove vorresti andare.
  • Sicurezza in macchina: se c’è la possibilità che la tua macchina possa essere bloccata nel garage o nel vialetto di casa, parcheggiala in strada. Assicurati di avere carburante sufficiente.
  • Conserva tutte le prove della violenza subita anche se pensi di non denunciare l’aggressione, potresti cambiare idea. Prova a tenere un diario in cui annotare ciò che succede. Conserva le copie digitali e cartacee di messaggi o e-mail. Salva le prove che confermino gli abusi fisici (foto, certificati medici).
  • Se i tuoi figli sono grandi abbastanza da capire cosa sta succedendo e conosci qualcuno di cui fidarti in caso di bisogno di aiuto, insegna loro come contattare questa/e persona/e se sei in pericolo.
  • Memorizza o tieni una lista telefonica nel tuo portafoglio di persone di fiducia da chiamare in caso ti serva aiuto. Ricordati di registrare i numeri che potrebbero provocare problemi se lui li vedesse (ad esempio quello di un centro antiviolenza) con un altro nome.
  • Se corri il rischio di essere chiusa in casa, cerca di procurarti una copia delle chiavi.
  • Calcola la quantità di denaro di cui hai bisogno per sopravvivere almeno nel primo periodo. Pensa che ti potrebbero servire soldi per pagare un taxi o un autobus, per una o più notti in un hotel, o per pagare un affitto. Se persone di fiducia o parenti sono disposti a prendersi cura della tua situazione finanziaria prestandoti del denaro, anche questa somma sarà utile.
  • Risparmia i soldi: comincia a mettere da parte del denaro cercando, ad esempio, di risparmiare sulla spesa. Se non hai già uno un conto a tuo nome puoi aprirne uno usando l’indirizzo di lavoro o di una persona di cui ti fidi. Oppure puoi prendere una carta prepagata ricaricabile (Postepay è un’opzione abbastanza buona).
  • Se dormite in camere separate e ritieni possa procurarti maggiore protezione, chiudi a chiave la porta.
  • Procurati un telefono di riserva e nascondilo in un posto a cui solo tu hai facilmente accesso. Registra in rubrica dei numeri utili.
  • Tieni il cellulare sempre carico e cerca di avere alcuni numeri utili sui tasti di chiamata rapida. Cerca di avere sempre il cellulare con la batteria carica.
  • Se hai uno smartphone, scarica un’applicazione di sicurezza personale: un’applicazione di sicurezza può essere utile se si dispone di una cerchia di amici e parenti di fiducia che possono essere avvisati automaticamente dall’applicazione se siete in pericolo.
  • Cosa si deve fare se c’è una discussione o una minaccia di violenza: cerca di andare in una stanza dove tu non possa rimanere intrappolata e dove non vi siano armi. Puoi anche pensare di chiuderti a chiave in una stanza, considerando soprattutto se questa possiede un accesso ad una finestra o una porta esterna. Se ci sono altre persone in casa, porta la lite nella stessa stanza dove esse si trovano.
  • Circondati sempre di persone, quando è possibile. Meno tempo passi da sola con il partner violento, minori saranno le possibilità di violenza e di maltrattamenti. Se dovesse accadere, la presenza di altre persone può essere d’aiuto per contenerlo.
COSA FARE DURANTE UNA LITE SE TEMI PER LA TUA INCOLUMITÀ
  1. Cerca di attenuare la situazione rimanendo il più possibile calma.Se non è necessario evita di prendere cose per colpirlo (bicchieri, libri, telefono), potrebbe dargli l’impulso di prendere quegli oggetti per colpirti.
  2. Gli uomini violenti non vogliono mai ammettere le proprie colpe, ma vogliono solo trovare scuse per colpirti; il confronto razionale, soprattutto nei momenti di tensione, non è il loro obiettivo e l’aggressione verbale spesso è utilizzata per scatenare l’aggressione fisica. Cerca di concentrarti sul meccanismo che si sta innescando e non sui singoli pretesti che utilizza per metterti in difficoltà e farti sentire in colpa.
  3. Se il rumore sveglia i tuoi figli, o qualora fossero presenti, cerca di non farli avvicinare cosicché siano protetti.
  4. Se la situazione si fa sempre più violenta e c’è il rischio di lesioni gravi, corri dai vicini, chiama immediatamente persone di fiducia o le forze dell’ordine. Se l’aggressore ha un momento di distrazione o si allontana, sfrutta l’occasione per prendere i figli, la borsa di emergenza e le chiavi. Se non hai una macchina, chiama i soccorsi, non appena hai la possibilità di farlo.
  5. Se non riesci a scappare subito, aspetta che l’aggressore si sia addormentato o usa una scusa (come ad esempio, controllare i bambini). Se non è possibile uscire di casa con i figli, allora lasciali e, appena sarai abbastanza al sicuro, chiama chi possa controllare il loro stato di salute.
  6. Se stai male e hai bisogno di cure mediche, attendi che l’aggressore sia distratto o addormentato, e chiama aiuto. Se decidi di chiamare una persona di fiducia, fallo da dove il partner non possa sentire. Se credi che continuerà a picchiarti, chiuditi in una stanza sicura fino a quando non arrivino a soccorrerti.
  7. Se l’aggressore possiede una pistola / coltello / cuscino / olio / acido in mano, non tentare di calmarlo e allontanati immediatamente!
  8. Tieni sempre un telefono di riserva (nascosto alla vista), perché il partner potrebbe confiscarti il telefono durante una lite così da impedirti di chiamare qualcuno per chiedere aiuto. Se nessuna delle persone di fiducia vive vicino, chiama immediatamente la polizia! Evita di fuggire a piedi se non ci sono mezzi di trasporto (metro / taxi / bus) vicino a casa, perché il partner potrebbe provare a raggiungerti a piedi o in macchina, meglio rifugiarsi nel primo luogo in cui siano presenti altre persone.
PRECAUZIONI DA PRENDERE QUANDO DECIDI DI ANDARTENE
  • Se il partner va via di casa, cambia la serratura a tutte le porte esterne e, se c’è, cambia il codice di sicurezza. Se vivi con i tuoi genitori o stai a casa di un amico e lui lo sa, ricorda di sostituire la serratura e installare ulteriori precauzioni. Se non è possibile, cerca di tenere completamente nascosta la tua presenza e sii sicura che tutte le persone nella casa non rivelino la tua presenza.
  • Se decidi di andartene e restare nelle vicinanze di dove il partner o le vostre famiglie vivono, non lasciare mai i tuoi figli a casa. È importante essere il più discreta possibile. Solo poche persone devono sapere dove ti trovi.
  • In nessuna circostanza (anche se si dovesse mettere a piangere, implorare, o promettere di non farlo mai più) devi permettere al partner di vedere i vostri figli nel posto in cui avete trovato rifugio. Incontralo sempre in spazi pubblici, anche se devi viaggiare per raggiungerlo. Fai in modo di assicurarti che tutti quelli che sanno dove vivi non lo rivelino a nessuno, in nessuna circostanza.
  • Procurati un nuovo telefono e disattiva le impostazioni di posizione / gps per tutte le applicazioni, in particolare Facebook. Assicurati che tutti coloro che conoscono il tuo nuovo numero non lo rivelino al tuo ex partner o alla sua famiglia in qualsiasi circostanza. Non rispondere a chiamate provenienti da numeri sconosciuti.
  • Non aprire la porta di casa se non puoi chiaramente identificare la persona che sta bussando. Se non sei sicura di poterti fidare dei vicini, non dire loro il tuo vero nome o che sei in fuga.
  • Se ricevi un pacco sospetto che non è stato ordinato, non aprirlo in nessun caso. Buttalo fuori!
  • Se hai dei figli, spiegagli perché siete dovuti scappare , così nel caso in cui il tuo ex partner cercasse di “portarli via” da dove sono (scuola, attività sportive, amici nonni) sapranno avvertirti.
  • Documenta e salva sempre tutte le telefonate moleste e gli incontri. Conserva le copie digitali e cartacee di testi e messaggi di posta elettronica o di referti medici.

COME ESSERE SICURE IN MACCHINA

  • Parcheggia sempre l’auto in zone ben illuminate. Non uscire dall’auto se avverti qualcuno che ti sta osservando o che si avvicina. Fidati del tuo istinto e non uscire dalla macchina fino a quando non hai le chiavi di casa in mano e guardati sempre intorno. Svuota la macchina di oggetti personali o togli gli adesivi che possono aiutare a identificare la tua auto. Ci possono essere molte vetture bianche nel tuo quartiere, ma ce n’è solo una con un determinato oggetto o adesivo.
  • Mai entrare nell’auto senza essere sicura che non ci sia nessuno all’interno. Se – per qualsiasi motivo – hai dei sospetti, controlla prima.
  • Tieni sempre le portiere chiuse in macchina, anche durante la guida.
  • Se credi di essere seguita: crecati presso un commissariato o un luogo vicino in cui puoi essere tutelata. È possibile depistare l’aggressore nel traffico? Se sì, fallo e poi nascondi l’auto. Se invece non è possibile, guida verso il posto affollato più vicino, dove puoi far perdere le tue tracce, ad esempio, nei pressi di un centro commerciale. Parcheggia rapidamente e mischiati tra la folla, così sarà più difficile trovarti. Prendi un altro mezzo di trasporto e raggiungi un luogo sicuro. Solo quando sei sicura di aver fatto perdere le tue tracce ritorna a recuperare l’auto o fallo fare ad una persona di cui ti fidi.
  • Cerca di avere sempre una batteria di ricambio o un carica batteria portatile per il tuo cellulare nella tua auto.
  • Se non ti senti sicura di raggiungere a piedi l’auto da sola, chiedi a qualcuno di accompagnarti. Se ci sono persone di fiducia disponibili fatti scortare.
  • Nel malaugurato caso in cui ti ritrovassi faccia a faccia con il tuo aggressore in pubblico e ti sentissi minacciata, urla per attirare l’attenzione o prova a perderti nella folla. Stai sempre in mezzo alla gente. Non raggiungere l’auto se non sei sicura al 100% di avere abbastanza tempo per fuggire inosservata.
  • Se l’ aggressore sale in macchina con te, cerca di fuggire dalla macchina prendendo le chiavi con te. Se cerca di impedirti di uscire dalla macchina, suona il clacson più forte possibile per attirare l’attenzione e urla “aiuto”. Se invece cerca di trascinarti fuori dalla macchina, urla per attirare l’attenzione della gente.
  • Se l’ aggressore si avvicina all’auto, bloccando le via d’uscita, non cercare di uscire. Se puoi guidare e riesci a scappare, allontanati immediatamente. Qualora non fosse possibile rimani all’interno della vettura con la sicura della macchina sotto controllo. Suona il clacson per attirare l’attenzione.

COME ESSERE SICURE SUL POSTO DI LAVORO

  • Allerta il datore di lavoro, i colleghi, e i receptionist sulla tua situazione in modo che possano prendere le precauzioni necessarie se dovessi ricevere visite o chiamate indesiderate dal partner. Devi spiegargli di non dare il tuo numero di telefono, indirizzo, o altre informazioni personali a chiunque chiami, perché ci potrebbero essere conseguenze per te. Mostragli delle foto del partner.
  • Se ricevi pacchi che non hai ordinato, e ti sembrano sospetti, non accettarli né aprirli.
  • Chiedi il permesso per parcheggiare l’auto in una zona sicura. Domanda ai tuoi colleghi di coordinarvi in modo tale da non dover raggiungere da sola l’ufficio dal parcheggio e viceversa.
  • Se sul tuo posto di lavoro c’è una guardia di sicurezza in servizio, informala della tua situazione in modo che possa sempre essere vigilante. Mostragli delle foto del partner.
  • Elabora un piano di fuga con i colleghi, nel caso l’aggressore entri in qualche modo nel tuo ufficio.
  • Fai in modo che un collega o il datore di lavoro chiami te o una persona di fiducia di cui hai lasciato il contatto, qualora non ti presenti a lavoro senza avvisare.
  • Prendi le stesse precauzioni per le scuole e gli altri edifici frequentati dai tuoi figli.

ELENCO DI DOCUMENTI O OGGETTI DA AVERE CON SE'

DOCUMENTI D’IDENTITA’ / OGGETTI DI EMERGENZA:

– documenti d’identità per te e i figli, per esempio passaporti o carta d’identità.

-referti medici connessi alle violenze subite

– certificati di nascita

– patente

– qualsiasi farmaco necessario per te e i tuoi figli

– le chiavi per la tua auto, casa, etc.

– i numeri di telefono e gli indirizzi di tutte le persone e le organizzazioni che possono esserti utili e aiutarti

DOCUMENTI D’IDENTITA; / OGGETTI NON STRETTAMENTE NECESSARI:

– certificato di matrimonio

– documentazione scolastica (pagelle dei figli,i tuoi diplomi)

– le cartelle cliniche e sanitarie (anche: vaccini dei bambini)

– tutte le foto e le cose che per te hanno un valore sentimentale

– giocattoli preferiti dei bambini, libri e coperte

SOLDI, CARTE DI CREDITO, DOCUMENTI FINANZIARI:

– denaro (tutto il denaro contante che hai messo da parte);

– qualsiasi gioiello o bene che può essere venduto;

– libretto degli assegni, carte di credito, codici del conto in banca ,etc;

– un giustificativo di domicilio, ad esempio copie di bollette, ricevute, estratti conto della carta di credito;

– atto di proprietà della vostra casa e di altri beni immobili (fotocopiali, se non li puoi portare con te);

– documenti ipotecari (fotocopie, se non li puoi portare con te);

– gli accordi di prestito (fotocopie, se non li puoi portare con te);

– libretti bancari (conti congiunti e personali);

– polizze assicurative (fotocopie, se non li puoi portare con te);

– le dichiarazioni dei redditi ed estratti conto degli ultimi cinque anni (fotocopiare, se non li puoi portare con te);

– buste paga (la tua e quella del partner) (fotocopia, se non li puoi portare con te);

– copia di eventuali altri documenti finanziari (fotocopia, se non li puoi portare con te).

ALTRE COSE CHE POSSONO AIUTARE:

– Fotografie recenti dell’abusante

– Qualsiasi prova di abuso nei tuoi confronti

SCHEDA PRATICA DI COSE DA FARE O DA AVERE CON SE'

  1. Uscire di casa mediante/ con (macchina, bus, qualcuno che ti viene a prendere)___________________________________________.
  2. Prendere la borsa, la borsa d’emergenza, le chiavi della macchina e____________________ in modo da uscire il più rapidamente possibile.
  3. Parlare con ___________________________ delle violenze e le minacce. Chiedere loro di chiamare la polizia se sentono qualcosa di sospetto proveniente da casa.
  4. Usare _____________ come parola in codice o segnale per figli e amici, affinché chiamino soccorso o vengano per aiutarmi.
  5. Una volta lasciata l’ abitazione, andare a _____________________________________________________.
  6. Se non si può andare lì per qualche motivo, andare a ____________________________.
  7. Quando inizia una discussione, andare in una stanza da cui si possa uscire senza incorrere in alcun pericolo o trovare il telefono cellulare per chiamare aiuto a _______________, o _______________ o _______________.
  8. Avere sempre del denaro contante da parte, un doppione delle chiavi dell’auto e di casa, alcuni vestiti extra, e documenti importanti da ________________________ se non si possono nascondere a casa.
  9. Aprire un libretto di risparmio / conto corrente utilizzando _______________ documenti, e cominciare risparmiando qualcosa ogni mese.
  10. __________________________ hanno detto di poter stare con loro in una situazione di emergenza.
  11. Lasciare qualche vestito extra da _____________________________.
  12. Nasconde il cellulare segreto _____________________________, con i numeri di emergenza e abbastanza credito per le chiamate / messaggi.
  13. Informare _____________________ (sul lavoro) di non accettare chiamate o rispondere a domande personali da parte di chiunque, e di non permettere che il partner possa fare visita in ufficio.